Sistemi di riscaldamento moderni: 4 esempi di efficienza e alta resa energetica

Una panoramica dei sistemi di riscaldamento moderni per la tua casa in legno, ottimi per risparmiare sulla bolletta e per guadagnare in comfort e comodità

Sistemi di riscaldamento moderni: 4 esempi di efficienza e alta resa energetica

E se esistesse un modo per riscaldare casa in breve tempo e mantenere, con estrema facilità, la temperatura ideale? Magari senza spendere un occhio della testa? E senza infierire su un ecosistema già malconcio?

E se, di modi, ne esistessero più di uno?

Il sistema di riscaldamento ideale: 4 proposte moderne

Scegliere il migliore sistema di riscaldamento per la tua casa è una questione delicata: il tipo di impianto influisce direttamente sul tuo benessere, sui costi in bolletta, sulla quantità di inquinamento ambientale di cui ti rendi responsabile.

Oltre ai sistemi di riscaldamento che conosciamo tutti – radiatori, termosifoni, stufe a pellet – ne esistono altri di ultima generazione, quasi tutti accomunati dalla peculiarità di aver sostituito la diffusione del calore per convezione con quella per irraggiamento.

Ti presentiamo quindi 4 soluzioni innovative in termini di efficienza energetica e resa estetica; alcune possono essere installate senza necessità di opere murarie, altre richiedono interventi più articolati e sono, in genere, realizzate in concomitanza con la costruzione della casa.

1. Riscaldamento a pavimento

Tra i sistemi moderni è forse quello più noto e apprezzato: il riscaldamento a pavimento sfrutta un sistema a pannelli radianti, posti sotto al pavimento, grazie ai quali lo scambio termico avviene per irraggiamento, e non più per convezione.

I vantaggi:

  • Lavora con basse temperature di esercizio (25-30 gradi)
  • Non soffre la dispersione termica, se non in minime quantità
  • Garantisce un riscaldamento costante e omogeneo dei locali interessati
  • Libera spazio utile, perché rende superflui i termosifoni
  • É invisibile e silenzioso
  • Non alza la polvere, perché sono ridotti i movimenti convettivi dell’aria
  • Può funzionare in abbinamento ai pannelli solari.

In più, il sistema di riscaldamento a pavimento è adattabile per il raffrescamento estivo: facendo scorrere nelle serpentine acqua refrigerata invece che acqua calda, è possibile rinfrescare l’ambiente in modo uniforme e costante.

2. Riscaldamento a soffitto

Nei sistemi di riscaldamento a soffitto, il calore viene dall’alto: come può essere che il calore scenda, ti starai chiedendo, se ti hanno sempre insegnato che l’aria calda tende a salire?

Accade, di nuovo, grazie al principio dell’irraggiamento: il calore non viene diffuso tramite la circolazione di aria, ma tramite l’irraggiamento delle superfici che delimitano l’ambiente.

I vantaggi:

  • Ampia superficie radiante
  • Basse temperature di esercizio (massimo 40 gradi)
  • Efficienza (le pareti assorbono fino al 90% della radiazione termica)
  • Niente polvere
  • Zero ingombri, è silenzioso ed è ideale anche per il sottotetto.

3. Riscaldamento a battiscopa

Il riscaldamento a battiscopa viene installato al posto dei tradizionali zoccolini: il sistema radiante, costituito in genere da tubi di rame dentro i quali scorre acqua calda, viene posizionato lungo il perimetro delle stanze da riscaldare. Il calore si distribuisce spontaneamente su tutta la superficie delle pareti, che a loro volta riscaldano la stanza.

I vantaggi:

  • Migliore qualità del calore percepito, effetto che ti permette di regolare i termostati su temperature più basse
  • Di conseguenza, risparmio energetico
  • Muri asciutti – niente umidità, niente muffe
  • Messa a regime rapida, perché il contenuto di acqua è relativamente basso
  • Libertà di arredare a piacimento la stanza
  • Ottima resa estetica, perché il battiscopa si confonde con gli altri elementi di arredo
  • Nessun obbligo di opere murarie
  • Funzionamento silenzioso.

4. Riscaldamento a infrarossi

L’ultimo, interessante, sistema di cui vogliamo parlarti è il sistema a infrarossi; il riscaldamento infrarosso si basa sull’utilizzo di pannelli che emettono una luce non visibile e a bassa temperatura, ma con la giusta lunghezza d’onda.

La luce infrarossa riscalda le superfici della stanza, invece che l’aria: le pareti irraggiate trasmettono il calore, in modo uniforme, a tutto l’ambiente che delimitano.

I vantaggi:

  • Il calore si diffonde in modo omogeneo e naturale
  • L’umidità dell’ambiente si mantiene costante
  • Non ci sono moti d’aria convettivi, né sollevamento di polvere
  • Il corpo umano viene riscaldato direttamente dalla luce infrarossa
  • Mobili, pareti, pavimenti sono più caldi al tatto
  • L’installazione è semplice e veloce
  • I costi di esercizio sono minimi
  • È possibile concentrare il riscaldamento in aree circoscritte.

Impianti di riscaldamento più innovativi, certo: ma i costi?

Come abbiamo visto, questi impianti condividono alcune caratteristiche che riteniamo, oggi, irrinunciabili:

  • La produzione di un calore omogeneo e costante;
  • Il miglioramento del benessere della persona;
  • L’assenza di effetti indesiderati, come lo spostamento della polvere causato, invece, dai moti convettivi dell’aria;
  • La silenziosità, l’ingombro ridotto al minimo e l’ottimale resa estetica.

Non ultima, è importante la resa energetica: i nuovi sistemi di riscaldamento permettono di risparmiare il 25, il 30, addirittura il 50% rispetto ai sistemi tradizionali.

Certo, l’investimento iniziale è più elevato ma, come avviene anche per le tecnologie che sfruttano le fonti rinnovabili (pensa, ad esempio, agli impianti fotovoltaici), il costo iniziale viene recuperato velocemente grazie all’enorme risparmio in bolletta negli anni successivi all’installazione.