Demolizione e ricostruzione: riqualificare a sostegno dell’ambiente

Demolire e ricostruire, un principio di salvaguardia del territorio, di economicità e sostenibilità ambientale.

Demolizione e ricostruzione: riqualificare a sostegno dell’ambiente

Quanto è difficile scegliere casa? Come possiamo pensare ad un progetto abitativo che sia sostenibile con i nostri territori e allo stesso tempo guardi anche al futuro?

Le risposte possono essere diverse, ma la strada da intraprendere può essere una sola: mettersi in discussione ripensando un nuovo concetto di abitare, vivere secondo natura e allo stesso tempo ricercare e scoprire un nuovo modo di costruire, guidato dai principi di ecologia e sostenibilità che sono lo sguardo lungimirante verso il futuro: progettare e costruire in legno.

Scegliere un nuovo modo di abitare non sempre significa occupare nuovo suolo; oggi più che mail la strada infatti è quella di riscoprire il nostro territorio, rinnovandolo.

Scopriamo ciò che abbiamo e rivalutiamolo, ma come? Ecco che si apre la possibilità di riqualificare grazie alla demolizione e ricostruzione. Salvaguardare il territorio, acquistando un vecchio fabbricato per ricostruire la propria casa ma con nuove regole, innovazione e risparmio, efficienza energetica, sicurezza e tecnologia.

La proposta più sostenibile è la grande opportunità di ricostruire in legno. Una casa in legno di ultima generazione è un concentrato di innovazione tecnologica verso l’obiettivo del risparmio energetico, sicurezza, salubrità dell’aria. Inoltre i tempi di realizzazione, sono decisamente ridotti, grazie all’ingegnerizzazione del progetto e la prefabbricazione delle pareti in stabilimento, che permette una maggiore rapidità e precisione durante la fase di cantiere.

Demolizione e ricostruzione: da dove partire?

Certamente il primo passo è quello di individuare l’edificio da riqualificare. Può sembrare un passaggio banale ma in realtà non è così.

Oltre a scegliere il luogo in base alle preferenze è bene effettuare alcune verifiche sullo stato dell’abitazione esistente, come eventuali vincoli di fattibilità, a livello di progetto o comunali.

Successivamente è necessario effettuare una valutazione sulle tempistiche di realizzazione necessarie, sui costi e sulla possibilità di accesso ai bonus fiscali.

Per fare tutto ci è sempre bene rivolgersi ad un professionista di fiducia, un tecnico che possa occuparsi della progettazione architettonica e dell’iter burocratico.

Per una valutazione completa dei costi è invece necessario richiedere un preventivo su misura ad un’azienda che si possa occupare della demolizione e ricostruzione.

Marlegno, grazie all’esperienza pluriennale nel mondo delle costruzioni in legno sostenibili, può aiutarti a demolire e ricostruire la tua abitazione in bioedilizia. Siamo in grado di occuparci di tutte le fasi di realizzazione, che vanno dalla scelta delle specifiche di capitolato, alla costruzione in cantiere, sino alla consegna chiavi in mano della nuova casa.

Se pensi che la demolizione e ricostruzione in bioedilizia sia la strada giusta per te contattaci e insieme troveremo la soluzione ideale per il tuo progetto.