Differenze tra costruzione tradizionale e costruzione in legno

Ti sei mai chiesto come è costruita una casa in legno? A differenza di una casa tradizionale, dove generalmente gli elementi portanti che costituiscono “lo scheletro” della struttura sono pilastri e travi, in una casa in legno gli elementi portanti sono le pareti e i solai. Sono questi a garantire alla struttura le prestazioni meccaniche necessarie per rendere la casa sicura e performante: capirai quindi quanto sia importante scegliere con cura il tipo di pareti e il tipo di solai con cui verrà costruita la tua casa, perché non sono tutti uguali ed è importante imparare ad orientarsi tra le varie scelte.

Prima di tutto bisogna scegliere la tecnologia: telaio o X-Lam?

Le pareti in legno e i solai non sono fatti di un unico blocco di legno, ma sono il risultato di una composizione di diversi materiali che, fissati uno con l’altro, costituiscono l’elemento finito. Marlegno offre due differenti tecnologie tra le quali scegliere, che si differenziano per i materiali utilizzati, le modalità di costruzione e le prestazioni strutturali che si possono raggiungere.

Sistema a telaio

Sistema a telaio in legno Marlegno

Sistema X-Lam

sistema x-lam Marlegno

Sistema a telaio

Le pareti e i solai a telaio sono composti da correnti e montanti in legno massiccio, a cui viene interposto un isolante, e controventati da pannelli in OSB (Oriented Strand Board). L’OSB è un pannello a base di trucioli di legno uniti tra loro per mezzo di collanti sintetici che non contengono formaldeide.

Sistema X-lam

Le pareti e i solai in X-lam (noto anche come Crosslam) hanno un’anima realizzata con pannelli di legno massiccio disposti su diversi strati e uniti tra loro da colle sintetiche; ogni strato è orientato in direzione ortogonale rispetto al precedente. Questo sistema è più pregiato rispetto al classico telaio in legno, poiché “l’anima” della parete è costituita unicamente da legno massiccio. Ciò permette di raggiungere performance strutturali superiori ed è per questo che il sistema X-lam viene spesso usato per realizzare edifici in legno di grandi dimensioni.

 

È una questione di strati

Qualsiasi sia la tecnologia scelta, si possono ottenere prestazioni diverse variando la composizione degli altri strati: è infatti possibile scegliere numero di strati, spessori, qualità e tipologia dei materiali utilizzati, per poter ottenere pareti e solai con differenti caratteristiche in funzione sia delle performance strutturali che dell’isolamento termico e acustico che il Cliente richiede. Tutto dipende quindi dalle prestazioni che si vogliono ottenere. La composizione degli strati di una specifica parete, o di un solaio, si chiama in gergo tecnico stratigrafia, termine che indica la particolare scelta dei materiali e gli spessori utilizzati per comporre un sistema. Bisogna dire che nella stratigrafia sono comprese anche le finiture che saranno poi visibili all’interno e all’esterno: sarà quindi in questa fase che bisognerà decidere quale tipo di finitura utilizzare, in base al proprio gusto e al pregio della finitura che si intende ottenere.  

 

Prefabbricazione e assemblaggio

Una volta che avrete scelto la tecnologia costruttiva e la stratigrafia si passerà alla vera e propria produzione. Infatti, tutti gli elementi strutturali in legno che compongono la casa vengono realizzati su misura all’interno del nostro stabilimento. Ogni elemento strutturale viene prima sottoposto a rigidi controlli di qualità e poi inviato in cantiere, dove i nostri montatori esperti provvedono all’assemblaggio delle stratigrafie e di tutte le altri parti della casa. È questa la fase che contraddistingue la costruzione delle case in legno: la prefabbricazione.  Essa ci consente di avere pieno controllo del prodotto finale e di ridurre al minimo la possibilità di incappare in spiacevoli inconvenienti e imprevisti in cantiere, che sono gli eventi classici che fanno ritardare le consegne delle case tradizionali.

© Copyright Marlegno S.r.l. 2000-2021