Agevolazioni e incentivi per le case in legno

Costruire una casa in legno offre molti vantaggi dal punto di vista dell’efficienza energetica, della sicurezza e del comfort. E non solo: esistono anche agevolazioni fiscali per chi sceglie una casa di legno.

Agevolazioni e incentivi per le case in legno

Acquisto prima casa

Comprare la prima casa si sa è spesso molto difficile, soprattutto se si è giovani e magari non si ha un lavoro a tempo indeterminato.
Per questo motivo il Fondo garanzia prima casa 2017 agevola le giovani coppie e i genitori single che possono chiedere un mutuo per l’acquisto della prima casa, anche se svolgono un lavoro a tempo determinato.

Il Fondo di garanzia statale coprirà metà dell’importo del mutuo, che non dovrà superare un totale di € 250.000,00.
La possibilità di accedere a questo fondo vale sia per le case tradizionali sia per chi sceglie una casa in legno.

Incentivi per case in legno S.A.L.E.

Un incentivo riservato invece a chi sceglie una casa di legno è stato definito nei primi mesi del 2017 da UBI Banca: una proposta commerciale con lo scopo di agevolare le famiglie che intendono acquistare una casa in legno realizzata da un costruttore certificato S.A.L.E..

S.A.L.E., Sistema di Affidabilità Legno Edilizia, è un protocollo che ha lo scopo di favorire la diffusione di costruzioni di qualità, rispettose della legislazione vigente soprattutto in termini di resistenza al sisma.
Un sistema di tutela della filiera legno-edilizia che valorizza le aziende con particolari capacità tecniche e organizzative nella gestione e realizzazione di un’opera.

Per chi sceglie di costruire una casa in legno rivolgendosi ad un costruttore S.A.L.E. la proposta commerciale offerta da UBI Banca prevede:

– Importo massimo finanziabile pari al 70% del prezzo di acquisto;
– Durata massima 20 anni;
Tasso Fisso a partire dall’ 1,55%;
Tasso Variabile con spread a partire dall’ 1,30%;
– Spese di Istruttoria pari a € 500;
– Spese incasso rata esenti

incentivi case in legno

Agevolazioni anche per le riqualificazioni e ristrutturazioni

Grazie alla legge di stabilità 2017, con Eco bonus e Sisma bonus, è possibile ottenere incentivi fiscali anche per le riqualificazioni e ristrutturazioni.
Per accedere alle agevolazioni gli interventi sull’edificio devono essere volti al miglioramento dell’efficienza energetica delle unità immobiliari e alla diminuzione del rischio sismico.

L’Eco bonus, prorogato fino al 2021, prevede la detrazione del 65% per la riqualificazione energetica.

Il Sisma bonus, valido a partire dal 1° gennaio 2017 fino al 31 dicembre 2021, prevede invece una detrazione fiscale dal 50% all’80% in caso di intervento di adeguamento sismico della casa, volto al miglioramento delle condizioni di sicurezza.

Entrambi gli incentivi valgono sia per case realizzate con materiali tradizionali che per case in legno.