Undicesimo rapporto GreenItaly 2020: Marlegno apre il paragrafo Edilizia in legno

L’undicesimo Rapporto GreenItaly della Fondazione Symbola e di Unioncamere misura la forza della green economy nazionale. Il paragrafo dedicato all'edilizia di legno apre con la case history del bioquartiere di Bolgare firmato Marlegno.

Undicesimo rapporto GreenItaly 2020: Marlegno apre il paragrafo Edilizia in legno

Cos’è il rapporto GreenItaly?

GreenItaly è una ricerca condotta dal 2010 sul valore della Green Economy. Racconta come l’Italia sia in grado di cogliere le grandi sfide ambientali puntando su innovazione e ricerca, sviluppando il valore economico delle imprese e del Paese. È uno strumento per conoscere numeri, territori e settori dell’economia green italiana e comprendere il ruolo che il made in Italy può avere nel mercato internazionale puntando sulla sostenibilità.
Il Rapporto GreenItaly è promosso da Conai, Ecopneus e Novamont, con la partnership di Centro Studi delle Camere di Commercio Guglielmo Tagliacarne srl ed Ecocerved, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Il bioquartiere di Bolgare apre il paragrafo dedicato alle case di legno

Nella sezione Edilizia, il paragrafo 3.2.5 sulle “Case in legno” si apre con la case history del nostro bioquartiere di Bolgare, uno degli sviluppi immobiliari all’insegna del basso impatto ambientale più grandi d’Europa, con 150 unità abitative in costruzione entro il 2021 su un’area di sviluppo da 36 mila metri quadrati.

Riportiamo qui il testo integrale:

«3.2.5 Case in legno. Anche la nuova Commissione Von Der Leyen punta molto su strumenti di miglioramento del patrimonio edilizio esistente (Renovation wave) e sul connubio materiali rinnovabili e tecnologia. Nel suo discorso sullo Stato dell’Unione, il 16 settembre 2020, ha affermato: “I nostri edifici generano il 40% delle nostre emissioni. Devono diventare meno dispendiosi, meno costosi e più sostenibili. Sappiamo che il settore delle costruzioni può anche essere trasformato da una fonte di carbonio in un assorbitore di carbonio, se vengono applicati materiali da costruzione organici come il legno e tecnologie intelligenti come l’Intelligenza artificiale”.

Il legno e, come abbiamo visto, la tecnologia si stanno affermando tra i protagonisti delle costruzioni anche in Italia. Il nuovo bioquartiere di Bolgare (BG) realizzato da Marlegno Srl è la manifestazione di come alcune eccellenze italiane stiano incentrando le proprie realizzazioni sui temi della sostenibilità, del comfort ambientale e dell’efficienza energetica. L’intervento, attualmente in fase di completamento, è uno dei più grandi progetti di questo tipo in Europa e ruota attorno alla costruzione di 150 unità abitative in classe energetica A4 con struttura a telaio in legno, suddivise in ville unifamiliari e case a schiera con appartamenti a due piani. Il bioquartiere si sviluppa complessivamente su un’area di 36 mila metri quadri e garantisce un’elevata qualità del costruito grazie all’impiego di legno ottenuto da foreste certificate PEFC, pacchetti di finitura dalle alte prestazioni termiche e acustiche, oltre a sistemi di domotica e monitoraggio ambientale di ultima generazione.

La tecnologia entra in gioco già in fase di prefabbricazione che avviene in uno stabilimento conforme agli standard dell’Industria 4.0. Le singole unità abitative sono dotate di impianti di riscaldamento e raffrescamento a bassa temperatura, e utilizzano dei sistemi di captazione del calore solare mediante pannelli in copertura che contribuiscono a loro volta a ridurre le emissioni di gas serra in atmosfera. La bassa densità abitativa, i giardini privati al piano terra e gli ampi terrazzi che caratterizzano le aree esterne delle residenze, nonché la capacità di studiare spazi e volumi in accordo con le esigenze dei committenti, sono ulteriori punti di forza di Marlegno e che hanno trovato forma in quest’opera, che rinnova profondamente il tessuto cittadino di Bolgare».

La versione integrale del Rapporto GreenItaly 2020 è disponibile al link  www.symbola.net/ricerca/greenitaly-2020

Villette appartenenti al bioquartiere di Bolgare realizzato da Marlegno srl

Bioquartiere, un format declinabile

Il progetto del bioquartiere di Bolgare ha avuto un ottimo riscontro sul mercato e una comunicazione capillare sul territorio anche grazie al parere positivo dei suoi abitanti. Il benessere, la sicurezza e l’efficienza energetica, sono alcuni degli argomenti che hanno consentito al format di prendere piede, raccogliendo sempre più consensi.

Sulla base dell’idea iniziale infatti stanno nascendo oggi dei nuovi bioquartieri anche al di fuori dei confini bergamaschi. In Franciacorta, per esempio, verranno realizzate 23 abitazioni indipendenti e a Palazzolo sull’Oglio in provincia di Brescia 12 appartamenti. Sono inoltre in costruzione 17 case unifamiliari a Romano di Lombardia, in una location strategica rispetto agli snodi verso i grandi centri abitati.

Marlegno seguirà con la consueta cura la commessa, dall’acquisto dei terreni, passando per la progettazione e l’ingegnerizzazione, la costruzione, il supporto alla vendita sino alla manutenzione degli edifici. Saranno garantiti prezzi competitivi, qualità e certezza delle proposte condivise con i clienti, siano essi privati o progettisti.